Iper la grande i
Facebook Twitter Youtube
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a LuogoidealeClub
 
Seguici su:
Login ricorda password
 

Convenzioni

fino a
-20%
Sua maestà, il gelato
Sarà perché è sinonimo di serata in compagnia; sarà perché ci ricorda la merenda che facevamo da piccoli; sarà perché è dolce, fresco e morbidissimo.
Fatto sta che al gelato proprio nessuno sa resistere alla cremosa golosità del gelato.
 
Un modo per trovare ristoro dalla canicola a pranzo come dopo cena, per merenda come per dessert.
E si tranquilizzino gli appassionati di alimentazione sana: l’icecream è un alimento a tutti gli effetti.
Grazie alla presenza di alimenti come latte, uova, zucchero e frutta, il gelato apporta proteine, vitamine, sali minerali e zuccheri, per un apporto calorico pari a circa 13° calorie per 100 grammi di prodotto alla frutta e 220 calorie per le creme.
Attenzione, però: parliamo di gelato all’italiana. Quello artigianale di gelateria, insomma.
 
Pressoché certa la sua nascita nella nostra Penisola, la storia delle sue origini è, però, contrastata.
Discreta certezza, invece, sulla sua diffusione in Europa. Verso la fine del 1600, un pescatore italiano avrebbe perfezionato una macchina gelatiera basata sull’emulsione di ghiaccio e sale, al fine di refrigerare più a lungo e sarebbe, con essa, partito per Parigi, incantando i suoi abitanti.
 
Con questa digressione, abbiamo aperto all’Europa. In realtà, il gelato ha varcato i confini del vecchio continente. Ed è andato ben oltre i limiti della tradizione, in  fatto di sapore.
Tanto che il sito statunitense MNN ha recentemente pubblicato la classifica del 10 gusti di gelto più improbabili. D’altra parte, sono proprio gli States i maggiori consumatori di icecream, che sia classico, oppure no.
In questo contesto, secondo MNN il podio della stranezza in fatto di gelato va al foie gras di San Francisco, al quale seguono le cicale al cioccolato provenienti dalla Colombia. Terzo posto al meno sorprendente mix latte e cereali, di New York.
 
Se, anche in Italia le sperimentazioni non mancano, vero è che le alternative sono tante. Diversi, i parenti più o meno alla lontana del gelato. Dalla granita, simbolo della Sicilia, alla romana grattachecca, dalla cremolata – composta da frutta, zucchero e succo di limoni frullati e ghiacciati -, al pinguino - uno stecco di gelato alla crema, ricoperto di cioccolato -, le possibilità per affrontare le temperature dell’estate sono tante, fresche e irresistibili.
Vedi tutti
Cerca
cerca
 
 
 
iscriviti al luogo ideale club