Iper la grande i
Facebook Twitter Youtube
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a LuogoidealeClub
 
Seguici su:
Login ricorda password
 

Convenzioni

Passione barbecue
Per chi è partito e tornato troppo presto e ha già nostalgia delle ferie,
per chi ha rinunciato alle vacanze e ha trascorso l’estate in città,
agosto è il mese del relax, dove cercare angoli di ombra e relax.
Che sia al parco, in riva al lago dietro casa o nel proprio cortile, l’idea per trascorrere un pomeriggio tranquillo e divertente, magari tra amici, è organizzare un barbecue.

D’altra parte - al contrario di altri periodo dell’anno - il tempo non manca: avete modo di organizzare tutto per bene, seguendo le regole della grigliata perfetta.
 
Innanzitutto, il contesto. Si tratta di un appuntamento assolutamente informale: dimenticate la cristalleria negli scaffali e portate in tavola piatti e bicchieri di plastica (più pratici, a festa finita), ma mettete a disposizione coltelli sufficientemente resistenti (in modo tale che non si spezzino, nell’attimo prima dell’assaggio).
Per grigliare a regola d’arte, approntate gli attrezzi adeguati: pinze, spazzole, palette e forchettoni, ma anche vassoi in alluminio e carta stagnola. In questo modo, potrete girare la carne sulla griglia, senza bucarla (se forata, la carne lascia fuoriuscire i propri liquidi, diventando dura e tutt’altro che appetitosa).
 
Prima della cottura, preparate la marinatura (deve essere composta da due parti di acido, una parte di grasso o olio, aromi e sale), versatela in una teglia capiente, dove riporre anche la carne (in modo tale che sia completamente coperta dal composto).
Sistemate nel frigorifero e lasciate marinare per qualche ora (mai più di quattro) e non troppo a lungo (il rischio è che la carne ‘cuocia’ con l’acido della marinata).
Recuperate la carne dal composto, assicuratevi che non coli, e disponete sulla brace ben calda, a partire dai pezzi che necessitano di tempi più lunghi: le carni rosse (da cuocere a fuoco alto) andrebbero servite ‘al sangue’, oppure al ‘punto’, (malgrado ci sia chi le preferisce ‘al bleu’), mentre le carni bianche vanno consumate ‘al punto’ o ‘ben cotte’ (ma non eccessivamente cotte).
Non salate prima o durante la cottura (la carne si indurirebbe).
A cottura ultimata, levate la carne dal grill e lasciate riposare qualche minuto su un piatto coperto di carta stagnola, quindi servite, e gustate ogni portata ben calda.
 
Ricordate che una delle caratteristiche della grigliata è l’abbondanza: carne a parte, portate sul grill (e, poi, sulla tavola) verdure e formaggi: zucchine, peperoni, patate, melanzane, ma anche pomodori e pannocchie (entrambi, da grigliare interi) e tomino, scamorza e gruviera.
Vedi tutti
Cerca
cerca
 
 
 
iscriviti al luogo ideale club