Iper la grande i
Facebook Twitter Youtube
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a LuogoidealeClub
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
vetrina percorsi

Convenzioni

fino a
-10%
Percorsi
I signori degli agnelli
vedi tutti
Fierezza e solitudine, lunghi viaggi e migrazioni. Fin da epoche remote, la pastorizia ha regalato ai "signori" delle greggi emozioni semplici e una vita non certo facile, segnata però da un irripetibile contatto con una natura avara e prodiga al tempo stesso. Questa cultura antichissima si ritrova ancora in qualche parte d'Italia dove gli echi della tradizione non si sono spenti del tutto.
È il caso dell'Abruzzo, solcato tuttora dai tratturi, anche se in molte di queste vie della transumanza l’asfalto ha coperto l’originario fondo di terra battuta. È il caso anche della Sardegna, dove l’allevamento ovino era praticato già in epoca prenuragica, e successivamente romana, mentre nel Settecento viene documentato il commercio degli agnelli "da latte": gli antenati dell’odierno Agnello di Sardegna Igp, l’unico ovino italiano tutelato dal marchio europeo dell’Indicazione geografica protetta.
L'allevamento transumante abruzzese invece, già rintracciabile in epoca romana, vive il suo momento d'oro tra XVI e XVII secolo quando le pecore, che dall'Abruzzo scendevano in Puglia, raggiunsero quasi quattro milioni di capi.
«Settembre, andiamo... Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi... E vanno pel tratturo antico al piano...». Così Gabriele D'Annunzio ricorda i pastori d'Abruzzo in viaggio lungo le vie erbose che conducevano dalla montagna alla pianura. Grandi vie battute dagli armenti nelle loro trasmigrazioni periodiche primaverili e autunnali, utilizzate per il pascolo e per le soste, di cui le greggi usufruivano due volte all'anno: in maggio, per risalire dalla Puglia, già arsa e priva di erbe, fino alle montagne abruzzesi ricche di verde e di boschi; e in ottobre, quando giungeva il momento di ridiscendere dai monti già coperti di neve alle calde e ricche pianure pugliesi, in particolare a Foggia, "la dogana della mena delle pecore".
condividi su:
Sfoglia l'articolo
Sfoglia l'articolo  
Cerca
cerca
Altri Percorsi Vedi tutti
La Romagna
Romagna insolita
Le spiagge si svuotano e la riviera riconquista i ritmi sornioni tipici dell'inverno, quando riesce...
Friuli Venezia Giulia
Sapore di mare e di terra
Alla scoperta di due facce belle e golose del Friuli Venezia Giulia, in un viaggio che parte dalle lagune...
Alla scoperta di...
Piccola, grande Lucca
Girovaghiamo tra viuzze e piazzette fino all'inconfondibile piazza dell'Anfiteatro in questa patria...
Viaggi
Assaggio d’Irlanda
Un breve viaggio che parte da Dublino e si snoda verso sud, fino a Kinsale, la più antica città del...
Sapori
Lo scrigno magico
Le noci
Lo scrigno magico
Se ne sta nascosta nel guscio legnoso che la racchiude come un piccolo tesoro. Per fortuna facilmente...
Passioni
Dimmi di che colore sei
Il regalo
Dimmi di che colore sei
...e ti dirò qual è il regalo che ti farà felice. Ovvero, guida semiseria alla caccia al pensiero giusto...
 
iscriviti al luogo ideale club