Iper la grande i
Facebook Twitter Youtube
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a LuogoidealeClub
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
vetrina percorsi

Convenzioni

fino a
-10%
Percorsi
Assaggio d’Irlanda
vedi tutti
Si dice che gli irlandesi, popolo di agricoltori e allevatori, abbiano sempre avuto materie prime di qualità ma che non le sapessero cucinare. Alcuni dicono che il motivo sia da ricercare nel fatto che a loro piace bere e il cibo era considerato solo un accompagnamento alla birra e al whiskey. Non sono maldicenze, anche gli irlandesi sono d’accordo con questa interpretazione, ma la buona notizia è che adesso l’apprezzamento per la buona cucina si è diffuso e il consumo di alcol è diminuito. Si mangia bene, anche nei pub, nei piccoli ristoranti o cafe, e i prodotti locali sono ottimi. Quindi, questo nostro breve viaggio attraverso le due più importanti città, Dublino e Cork, e il delizioso villaggio di Kinsale, è soprattutto un itinerario enogastronomico, e non si sofferma troppo a descrivere né le bellezze architettoniche né quelle paesaggistiche di un Paese conosciuto per l’impronta che vi ha lasciato la storia, per la natura sempre in primo piano, per le sue quaranta sfumature di verde. Il centro di Dublino è Grafton street, la strada pedonale piena di negozi. All’inizio della via, verso sud, si apre il bellissimo parco di Saint Stephen’s Green, con laghetti, giardini, alberi e sentieri. Tutt’attorno, le storiche case georgiane del Settecento con i portoni colorati ricordano che all’epoca questa parte della città, a sud del fiume Liffey, era la più elegante e ricca. All’altro capo di Grafton street si trova l’imponente struttura del famosissimo Trinity College, che risale alla fine del Cinquecento e solo all’inizio del Novecento ha ammesso le donne (comunque prima della maggior parte delle altre università). La vecchia biblioteca del Trinity custodisce un tesoro inestimabile: il Book of Kells, uno dei manoscritti miniati più antichi del mondo, con i quattro vangeli in latino e complesse illustrazioni. Dal ponte vicino al college si passa sulla grande O’Connell street che porta verso la parte nord della città. Già da qui si vede il modernissimo Spire, una torre d’acciaio di 120 metri, la scultura più alta del mondo. Restando in questa zona, si passeggia per la frequentatissima Temple Bar, parallela al fiume, piena di pub e vita, anche notturna. E poco più a sud, in Dame street, si incontra il Castello...
condividi su:
Sfoglia l'articolo
Sfoglia l'articolo  
Cerca
cerca
Altri Percorsi Vedi tutti
La transumanza
I signori degli agnelli
Sulle tracce della transumanza che, all'inizio dell'estate, vedeva le greggi migrare lungo i tratturi...
La Romagna
Romagna insolita
Le spiagge si svuotano e la riviera riconquista i ritmi sornioni tipici dell'inverno, quando riesce...
Friuli Venezia Giulia
Sapore di mare e di terra
Alla scoperta di due facce belle e golose del Friuli Venezia Giulia, in un viaggio che parte dalle lagune...
Alla scoperta di...
Piccola, grande Lucca
Girovaghiamo tra viuzze e piazzette fino all'inconfondibile piazza dell'Anfiteatro in questa patria...
Sapori
Lo scrigno magico
Le noci
Lo scrigno magico
Se ne sta nascosta nel guscio legnoso che la racchiude come un piccolo tesoro. Per fortuna facilmente...
Passioni
Dimmi di che colore sei
Il regalo
Dimmi di che colore sei
...e ti dirò qual è il regalo che ti farà felice. Ovvero, guida semiseria alla caccia al pensiero giusto...
 
iscriviti al luogo ideale club